Quali sono i tempi di cottura per il pesce

Conoscere i tempi di cottura del pesce è molto importante, perché permette di esaltare le caratteristiche organolettiche, preservare le proprietà nutritive e assicurare la massima igiene.

I tempi di cottura possono variare molto in base al tipo di preparazione. Il calamaro, per esempio, richiede 40 minuti in forno e solo 3-5 minuti in frittura.

Di seguito riportiamo i tempi di cottura per il pesce di uso più comune. Queste tempistiche sono valide sia per il pesce fresco, sia per il pesce surgelato, preventivamente scongelato. Se cucinate il pesce ancora surgelato, attenetevi ai tempi di cottura indicati sulla confezione. I tempi per la cottura in forno possono variare leggermente nel caso di forno ventilato; ricordiamo che questa modalità è adatta a preparazioni che prevedano la formazione di una crosticina.

 

Calamari

Al forno: 40 minuti circa a 180 ˚C

Alla griglia: 20 minuti

Fritti: 3-5 minuti, tagliati ad anelli

In umido: 30 minuti

 

Gamberi e Mazzancolle Tropicali

Lessati: 8 minuti

Alla griglia: 4 minuti per parte

 

Merluzzo e Nasello

Al forno: a filetti 20 minuti a 180 ˚C

In padella: 10 minuti

Lessato: 15 minuti per ½ kg

 

Pesce spada

Al forno: a tranci 10-15 minuti a 220 ˚C

Lessato: 15 minuti per ½ kg, più 5 minuti ogni 200 g in più

 

Polpo

Lessato: 20-25 minuti per 100 g; 1 ora ogni kg in più

In umido: 2 ore per 1 kg

 

Salmone

Al forno: 20 minuti

Alla griglia: 10 minuti

 

Rana pescatrice

Al forno: 5 minuti circa a 230 ˚C e poi 20 minuti a 180 ˚C

Lessata: 15 minuti per ½ kg, più 5 minuti ogni 200 g in più

 

Tonno

In padella: a tranci qualche minuto per lato

In umido: a tranci 10-12 minuti