Come congelare il pesce fresco? I consigli di Pescanova per un corretto congelamento

Il pesce fresco può essere congelato in un frigorifero di tipo domestico, ma bisogna osservare alcune regole molto importanti. Capire come congelare il pesce aiuta a preservare gusto e consistenza, oltre a garantire igiene e sicurezza.

Pescanova vuole aiutarti con una serie di consigli su come congelare il pesce fresco con un congelatore domestico e rispondere ad alcuni possibili dubbi.

Come congelare il pesce: guida in 8 consigli

Quando si compra del pesce fresco bisogna consumarlo entro poco tempo. La scelta ottimale per consumare il pesce in sicurezza è cucinare il pesce entro le 24 ore successive all’acquisto. Se non si riesce, il pesce è ancora sicuro da mangiare fino a un massimo di tre giorni.

Il congelamento è quindi un’ottima opzione per allungare la durata del pesce fresco e non sprecarlo. Ecco una guida semplice con 8 consigli su come congelare il pesce in casa:

  1. Scegli un pesce fresco – Al momento dell’acquisto, assicurati che il pesce non sia stato precedentemente congelato e scongelato. Il venditore è obbligato a specificare questa informazione in etichetta.
  2. Congela il pesce subito dopo l’acquisto – È bene che il pesce sia freschissimo al momento del congelamento. Per questo è meglio non far passare dei giorni tra acquisto e congelamento del pesce. Più tempo passa dal momento della pesca, più aumenta il rischio che il pesce possa entrare in contatto con batteri e parassiti.
  3. Utilizza un freezer idoneo – Verifica che il tuo frigorifero sia idoneo: i freezer fino a 3 stelle possono conservare i prodotti surgelati ma non sono adatti al congelamento. Solo i freezer con 4 stelle assicurano un processo di congelamento sufficientemente rapido, che non altera le proprietà degli alimenti.
  4. Pulisci il pesce – Pulisci ed eviscera il pesce, quindi lavalo accuratamente e asciugalo tamponandolo con un panno di cotone o con carta assorbente prima del congelamento.
  5. Dividi in porzioni il pesce – Taglia il pesce in porzioni, per velocizzare i tempi del congelamento.
  6. Inserisci il pesce in sacchetti per congelare – Disponi separatamente i pezzi di pesce nei sacchetti per freezer, in modo da poter poi scongelare solo la porzione necessaria.
  7. Elimina l’aria dal sacchetto – Se non hai una macchina per il sottovuoto, puoi utilizzare una cannuccia: chiudi il sacchetto intorno alla cannuccia, aspira, quindi estraila avendo cura di non fare entrare l’aria e chiudi bene con l’apposito laccetto.
  8. Congela il pesce – Quando inserisci il pesce nel freezer per congelarlo assicurati che la temperatura sia di almeno -18°C.

Dubbi frequenti su come congelare il pesce correttamente

Dopo aver visto una serie di consigli su come congelare il pesce in casa potrebbero sorgere alcuni dubbi. Scopriamoli nel dettaglio.

Quanto può rimanere congelato il pesce?

Il tempo massimo per la permanenza del pesce congelato nel proprio freezer dipende dalla specie ittica:

  • I pesci magri come sogliole e merluzzo possono essere congelati fino a 6 mesi
  • Vongole e cozze possono essere congelati per un massimo di 6 mesi
  • I pesci grassi come sgombro, tonno e salmone non devono superare i 3 mesi in freezer
  • Polpi, seppie e calamari possono essere congelati per un massimo di 4 mesi

Si può congelare il pesce cotto?

Il pesce si può congelare solo fresco e crudo, dopo essere stato pulito. La carne del pesce è molto delicata e subendo ulteriori passaggi quali cottura e riscaldamento prima del congelamento potrebbe perdere il sapore e alcune caratteristiche nutrizionali.

Si può congelare il pesce decongelato precedentemente?

Il pesce non va mai scongelato e poi ricongelato. Congelare il pesce a una temperatura di -18° ferma la proliferazione di batteri nell’alimento, ma una volta scongelato quest’ultima riprende. Per evitare problematiche dovute alla proliferazione di batteri è sconsigliato congelare il pesce una volta decongelato.

Si può congelare il pesce senza pulirlo?

Il pesce è un alimento dalle carni molto delicate e facilmente deteriorabili dai batteri che vi abitano. Tra i consigli su come congelare il pesce è indicato come il pesce debba essere prima pulito ed eviscerato e successivamente congelato. Se non viene pulito prima del congelamento corriamo il rischio che mentre aspettiamo che il nostro pesce si scongeli, i batteri contenuti nelle interiora potrebbero contaminare l’alimento.

La pulizia delle interiora è un passo fondamentale per la congelazione del pesce in casa. Con la pulizia, l’odore di pesce potrebbe permanere sulle mani, scopri come eliminare l’odore di pesce dalle mani.

Alcuni trucchi utili per congelare al meglio il pesce

Capito come congelare il pesce, Pescanova vuole consigliarti alcuni trucchi organizzativi per sfruttare al meglio i prodotti ittici congelati e non sprecarli.

  • Etichette – Sui sacchetti da freezer dove hai porzionato il pesce da congelare riporta la data di congelamento e per quanto tempo il prodotto può essere congelato
  • Informazioni essenziali – Scrivi sui sacchetti il nome del pesce congelato e il peso. In modo tale da scongelare solo quanto necessario
  • Nessun contatto con altri alimenti – Non poggiare il pesce congelato vicino ad altri alimenti già presenti nel vostro freezer, in modo da evitare la proliferazione batterica da un alimento all’altro.

Come scongelare il pesce

Anche per scongelare il pesce bisogna tenere a mente alcuni accorgimenti. Raccomandiamo di scongelare il pesce in frigorifero e non a temperatura ambiente per evitare la proliferazione di batteri nelle sue carni.

Sposta il pesce dal congelatore e posizionalo in frigorifero coperto con della pellicola o in contenitore dalle 12 a qualche ora prima della consumazione. La temperatura del frigorifero evita che i batteri si propaghino nell’alimento.

Per il congelamento del pesce in casa è fondamentale seguire queste semplici e importanti regole per evitare contaminazioni da batteri o parassiti, come il verme anisakis.