Anisakis nel pesce: ecco come evitarlo

Quando si acquista del pesce fresco alcune domande sorgono spontanee:

  • Che cos’è l’anisakis?
  • Il pesce che sto acquistando avrà l’anisakis?
  • Come posso evitarlo?

L’anisakis è un parassita che si trova nel tratto digestivo dei pesci che vivono in mare. L’infezione da anisakis, chiamata anisakidosi, è causata dall’assunzione delle larve di questi parassiti. Con le giuste precauzioni, è facile eliminare l’anisakis dal pesce evitando così di mettere in pericolo la salute di chi lo consuma.

IL METODO MIGLIORE PER NEUTRALIZZARE LE LARVE DELL’ANISAKIS È IL CONGELAMENTO DEL PESCE

Il congelamento o l’abbattimento termico sono gli unici metodi che garantiscono la neutralizzazione delle larve di anisakis.

L’obiettivo è quello di congelare l’intero volume dell’alimento, fino al cuore, e per farlo è necessario congelare il prodotto a -20°C per almeno 24 ore. Siccome i congelatori domestici generalmente arrivano a -18°C, i tempi si allungano ed è consigliabile tenere il pesce per almeno 96 ore (quattro giorni) in freezer per neutralizzare il rischio Anisakis.

I ristoranti hanno invece a disposizione uno strumento chiamato “abbattitore di temperatura” che porta velocemente gli alimenti sotto i -20°C. La temperatura va comunque mantenuta bassa per almeno 24 ore.

PESCANOVA VI OFFRE IL MIGLIOR PESCE IN TOTALE SICUREZZA

Grazie ai nostri metodi di congelazione avanzati, siamo in grado di offrirti il ​​miglior pesce, garantendone la sicurezza e la conservazione nel tempo, mantenendo sempre le proprietà organolettiche e nutritive del prodotto.

Oltre al processo di congelamento, ti offriamo il pesce già pulito ed eviscerato pronto da aggiungere alle tue ricette preferite.

Nonostante la facilità nell’eliminare l’anisakis dal pesce, il numero di infezioni nei consumatori è attualmente in aumento. Questo è dovuto all’incremento del consumo di pesce crudo , o semi crudo, senza congelamento preventivo.

CONSIGLI PER IL CONSUMO IN SICUREZZA DEL PESCE

  1. Evitare di mangiare pesce crudo o poco cotto, a meno che non sia stato precedentemente congelato.
  2. Cuocere il pesce raggiungendo una temperatura, nel cuore dell’alimento, di 60°C per 5-10 minuti. Se cuoci l’alimento in forno, si consiglia di aprire il pesce per raggiungere più facilmente i 60°C.
  3. Consumare il pesce surgelato. L’anisakis non resiste a temperature così basse.
  4. Pulisci il pesce prima di consumarlo, l’anisakis si deposita nel tratto digestivo dei pesce di mare.

Condividi in:
FacebookTwitter