Come rimuovere l’odore di pesce dalle mani e in casa

Spesso, dopo aver maneggiato del pesce, sulle mani permane un odore di pesce acuto e persistente che può risultare fastidioso. Utilizzare dei guanti in lattice o monouso mentre si lavora il pesce evita il contatto diretto, ma possono risultare scomodi per alcune operazioni che richiedono precisione. Scopriamo alcuni consigli per rimuovere l’odore di pesce dalle mani ed eliminare l’odore di pesce in casa.

Come togliere il cattivo odore di pesce dalle mani? 7 Consigli utili

L’esigenza di rimuovere l’odore di pesce dalle mani nasce dal contatto tra la pelle e la carne del pesce. Questo avviene soprattutto quando si prepara una ricetta con pesce fresco: il pesce va pulito e sviscerato prima di passare alla preparazione della ricetta.

Quando dovete pulire il pesce ed eviscerarlo, vi consigliamo di utilizzare dei guanti di gomma monouso per limitare il contatto con la carne del pesce.

Per sfilettare, tagliare e condire, invece, è meglio procedere a mani nude per una maggiore manualità.

Vediamo alcuni consigli per rimuovere, o ridurre, l’odore di pesce dalle mani. Seguendo i nostri consigli sarà poi semplicissimo rimuovere l’odore di pesce dalle mani con qualcosa che tutti abbiamo in casa.

  1. Pasta sale e acqua – Create una pasta di sale grosso e poca acqua per inumidire il sale. Mettete un pugno di sale grosso in una ciotola e aggiungete poca acqua: il sale non deve sciogliersi, ma inumidirsi. Sfregate quindi le mani con il sale, come fareste con il sapone, e risciacquate. Questo è un sistema molto efficace, ampiamente usato e raccomandato dai professionisti nel settore della pesca.
  2. Limone – Sfregate le mani con degli spicchi di limone o sciacquate le mani con del succo di limone. La sua acidità è infatti ideale per rimuovere gli odori, e inoltre lascia sulla pelle il tipico e gradevole aroma. Potete sfregare le mani direttamente con gli spicchi, oppure utilizzare il succo spremuto di due limoni. Risciacquate poi con acqua fredda.
  3. Aceto e bicarbonato – Immergete le mani in un mix di aceto di vino bianco e bicarbonato prima di lavarle con acqua e sapone.
  4. Prezzemolo – Strofinate del prezzemolo tra le mani prima del classico lavaggio con il sapone.
  5. Acqua fredda – Preferite l’utilizzo di acqua fredda durante il lavaggio. L’acqua calda potrebbe favorire una maggiore persistenza dell’odore di pesce sulle mani.
  6. Dentifricio – Prima del classico lavaggio con acqua e sapone, strofinate tra le mani una piccola quantità di dentifricio e fatelo agire per qualche minuto
  7. Pietra di allume di potassio – Sciacquate le mani sotto l’acqua fredda e poi strofinate la pietra di allume di potassio bagnato,

Nel caso l’odore di pesce sia particolarmente intenso, potete combinare due metodi per rimuoverlo dalle mani. Fate però attenzione nel caso abbiate delle ferite sulle mani: in caso di ferite o danneggiamenti alla pelle evitate il contatto con sostanze che potrebbero procurare bruciori o irritazioni.

Come eliminare l’odore di pesce in casa? 7 consigli utili

Con le ricette di pesce potete esibirvi in cucina preparando dalle ricette più classiche a quelle più gourmet. Quando si prepara una ricetta a base di pesce, oltre l’esigenza di rimuovere l’odore dalle mani, sorge anche quella di eliminare l’odore di pesce in casa, soprattutto in cucina. Ecco un elenco di consigli utili per aiutarvi a eliminare l’odore di pesce in casa:

  1. Chiudere la porta – Prima di iniziare a cucinare, chiudete la porta e azionate la cappa da cucina. Questo vi aiuterà a non far estendere l’odore di pesce in tutta la casa.
  2. Buttare gli scarti – Dopo aver cucinato, rimuovete ogni traccia degli scarti di pesce. Gettate il tutto in un sacchetto e riponetelo fuori casa.
  3. Pulire – Pulite cappa, fornelli e pavimenti con un mix di detersivo specifico per ognuna di queste superfici, bicarbonato e limone.
  4. Lavaggio con bicarbonato – Lavate tutte le pentole e i piatti utilizzati, aggiungendo all’acqua calda almeno due cucchiai di bicarbonato. Se, invece, utilizzate la lavastoviglie impostate il lavaggio più lungo disponibile e cospargete le stoviglie con del bicarbonato di sodio.
  5. Bucce di agrumi – Nel caso in cui l’odore di pesce entri in tutte le stanze della casa, potreste lasciare nelle stanze una pentola di acqua calda con della buccia di mandarino o altri agrumi e chiodi di garofano.
  6. Aceto e acqua – Fate bollire un quantitativo di aceto bianco con un doppio quantitativo d’acqua. Mettete la soluzione in un flacone spray e usatelo per pulire le stoviglie o i pavimenti.
  7. Acqua, cannella e spezie – Se l’odore di agrumi o aceto vi dà fastidio, potete far bollire una buona quantità di acqua con dei bastoncini di cannella. Lasciate la pentola sul fuoco a fiamma bassa per circa 20 minuti per far sì che i fumi si diffondano nell’ambiente circostante. Alla cannella e agli altri odori, potete sostituire del rosmarino o delle foglie di alloro.

Spesso eliminare l’odore di pesce in casa o dalle mani richiede pazienza, ma basterà applicare alcuni tra i consigli elencati e aspettare un po’ di tempo. Nel frattempo, scoprite gli altri trucchi in cucina proposti da Pescanova per aiutarvi a preparare le vostre ricette a base di pesce preferite.