Come rimuovere l’odore del pesce dalle mani

Spesso, dopo aver maneggiato del pesce, sulle mani permane un odore acuto e persistente che può risultare fastidioso. Utilizzare dei guanti in lattice o monouso mentre si lavora il pesce evita il contatto diretto, ma possono risultare scomodi per alcune operazioni che richiedono precisione.

  1. Consigliamo quindi di utilizzare i guanti per pulire ed eviscerare.
  2. Per sfilettare, tagliare e condire, invece, è meglio procedere a mani nude. Seguendo i nostri consigli sarà poi semplicissimo rimuovere l’odore con qualcosa che tutti abbiamo in casa.
  3. Il primo metodo per deodorare le mani consiste nel creare una pasta di acqua e sale. Mettete un pugno di sale grosso in una ciotola e aggiungete poca acqua: il sale non deve sciogliersi, ma inumidirsi. Sfregate quindi le mani con il sale, come fareste con il sapone, e risciacquate. Questo è un sistema molto efficace, ampiamente usato e raccomandato dai professionisti nel settore della pesca.
  4. Un secondo metodo per togliere l’odore del pesce, e lasciare una nota profumata sulle mani, consiste nell’utilizzare il limone. La sua acidità è infatti ideale per rimuovere gli odori, e inoltre lascia sulla pelle il tipico e gradevole aroma. Potete sfregare le mani direttamente con gli spicchi, oppure utilizzare il succo spremuto di due limoni. Risciacquate poi con acqua fredda.
  5. Se l’odore sulle mani è particolarmente intenso, potete combinare i due metodi: utilizzate dapprima il lavaggio con il sale, quindi applicate il limone per profumare.